A Foggia tre anni fa fu assassinato Rocco Dedda, ammazzato in presenza del figlio di 4 anni e la sua compagna.

Sospetto fermato dalla polizia per l’assassinio di Rocco Dedda

La Squadra Mobile di Foggia in concomitanza con il Servizio Centrale Operativo stamane hanno bloccato un sospetto, dell’assassinio di Rocco Dedda.

Rocco Dedda ammazzato da due sicari

L’assassino di Rocco Dedda, quando accade nel 2016, subito fu detto che era un’esecuzione di stampo mafioso. Vi ricordo che la vittima fu uccisa da quattro colpi di pistola scoppiati all’altezza del torace, fra il petto e l’addome da due individui che suonarono il campanello della villetta in via Capitanata, alla periferia della città, dove appunto viveva Rocco con la sua famiglia.

Ad eseguire quest’ordine furono due sicari, arrivati nel quartiere con una moto, poi rinvenuta incendiata in via Di San Giuliano, al Villaggio Artigiani. Il transito dei killer fu fotografato da alcune telecamere di sicurezza poste in zona e la polizia divulgò diverse video per invitare la cittadinanza a identificare gli assassini.

Squadra Mobile di Foggia e del Servizio Centrale Operativo

La Squadra Mobile di Foggia e del Servizio Centrale Operativo, hanno svolto un ottimo lavoro, in quanto, hanno compiuto il fermo di un indiziato del delitto, emanato dalla Procura distrettuale di Bari, nei confronti di uno dei due artefici che hanno realizzato l’omicidio.

Tutti i dettagli dell’operazione

Tutti i dettagli dell’operazione saranno riportati pubblici oggi alle ore 11,00, con una conferenza stampa, che avrà luogo nella Questura di Foggia, dove presenzieranno il Procuratore Aggiunto Coordinatore della Direzione Distrettuale Antimafia di Bari, Francesco Giannella, e del questore Mario Della Cioppa.

 

 

 

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here

Scrivi il codice * Time limit is exhausted. Please reload the CAPTCHA.