Ciak! Cinema di Capitanata”, il progetto innovativo condotto da giovani membri del FAI – Delegazione di Foggia

Ciak! Cinema di Capitanata”, il progetto innovativo condotto da giovani membri del FAI – Delegazione di Foggia
marzo 08 17:01 2017 Stampa articolo

Dopo il successo della prima proiezione del film sarà “A.A.A. Achille” (diretto da Giovanni Albanese e con Sergio Rubini e ambientato anche a Foggia) andato in scena il 24 febbraio, torna “Ciak! Cinema di Capitanata”, il progetto innovativo condotto da Bruno Ciavarella e Chiara Lo Mele, giovani membri del FAI – Delegazione di Foggia. Il secondo film, che verrà proiettato a Parcocittà venerdì 10 marzo alle ore 21, sarà “Amici come Noi”, che vede come protagonisti Pio e Amedeo e Monte Sant’Angelo come location cinematografica. La serata sarà accompagnata da degustazione di prodotti tipici della città montanara, che annovera tra le sue bellezze culturali anche numerosi monumenti patrimonio Unesco, e dagli interventi di presentazione dei protagonisti del progetto.
L’idea alla base dell’iniziativa è quella di creare un format capace di promuovere la conoscenza del territorio sviluppando un accresciuto spirito di appartenenza alle proprie radici culturali. Il Fai, la cui missione è principalmente quella di esaltare e preservare le bellezze italiane, ho pensato di coinvolgere a livello locale due organizzazioni senza scopo di lucro vicine alla propria causa: l’Ats che gestisce il progetto “Parcocittà e l’Associazione fotografica culturale “Scatto Matto”.
Grazie a queste sinergie, il progetto si sta diffondendo ad un maggior numero di partecipanti, garantendo così una portata maggiore in termini di presenze durante le proiezioni a Parcocittà, che si trova nel “cuore” di Parco San Felice. Il secondo incontro di venerdì avrà lo stesso format del primo: introduzione al film e all’attività del Fondo Ambiente Italiano (FAI) e dell’Ats che gestisce il progetto “Parcocittà”; presentazione dell’ Associazione fotografica culturale “Scatto Matto”; visione del film; dibattito sulle tematiche affrontate nella pellicola scelta con il pubblico e/o gli attori protagonisti dei film.
Di particolare rilevanza, inoltre, l’opportunità di degustare prodotti tipici locali, che varieranno di pellicola in pellicola in base alla città, o al piccolo centro della Capitanata, scelti come set.
“Il progetto Ciak cinema di Capitanata nasce per soddisfare la necessità di trovare nuove strategie per diffondere la conoscenza del patrimonio culturale della provincia di Foggia. Il cinema utilizza un linguaggio più immediato e consente di parlare del territorio al di fuori dei soliti salotti culturali, raggiungendo così un numero maggiore di persone – spiega Chiara Lo Mele, responsabile del Costituendo Gruppo Giovani del Fai -. Siamo molto soddisfatti del risultato raggiunto durante prima proiezione, molte delle persone intervenute non conoscevano “AAA Achille” e quasi nessuno sapeva che il film era stato girato quasi integralmente tra Foggia e il Gargano. Siamo convinti che vedere che il nostro territorio sia stato scelto come set per alcuni importanti film sia uno stimolo per sviluppare il rispetto, l’amore e lo spirito di appartenenza alla nostra terra. Il prossimo film sarà “Amici come noi” di Pio e Amedeo, personaggi dotati di una grande comicità che non manca, però, di sottolineare il loro attaccamento alla città di Foggia”.
“Siamo molto contenti di come ha risposto la gente in occasione del primo film – spiega Paolo delli Carri, operatore del progetto “Parcocittà”, che punta alla ristrutturazione e recupero della palazzina di Servizio e dell’Anfiteatro di Parco San Felice, concessi dal Comune di Foggia, nell’ambito dell’iniziativa promossa dall’ATS composta da Energiovane, Aquilone, Coop. MDM, Fondazione Apulia Felix e finanziato nell’ambito del piano di azione e Coesione “Giovani no Profit” dal Dipartimento della Gioventù e Servizio Civile Nazionale – Presidenza del Consiglio dei Ministri, con il sostegno della Fondazione Banca del Monte di Foggia -. È un’ulteriore dimostrazione che con le sinergie giuste, specie se vengono dalla società civile, si possono raggiungere traguardi importanti”.
“In qualità di Associazione Fotografica Culturale, il nostro intento è quello di valorizzare la cultura, la storia, le tradizioni, gli eventi della nostra capitanata cercando attraverso la fotografia di creare una memoria fotografica del nostro territorio. È noto ormai come le immagini abbiano un impatto immediato sulla gente, e perché no, che possano essere strumento di informazione e comunicazione – spiega Marianna de Mita, presidente di Scatto Matto -. E’ da questa filosofia che è nata la collaborazione con il FAI: nelle giornate interessate da questa manifestazione, il nostro scopo sarà quello di documentare i luoghi di interesse, seguirà la realizzazione di un contest fotografico, con esposizione degli scatti presso uno dei palazzi storici della nostra città nonchè Palazzo Dogana”.
L’ultimo film in programma sarà “Le vie del Signore sono finite”, girato a Lucera con l’indimenticato Massimo Troisi, la cui proiezione avverrà venerdì 24 marzo sempre nello scenario di Parcocittà.
A completamento del progetto, ci sarà la possibilità di poter visitare durante le giornate FAI di Primavera i luoghi che hanno ospitato le riprese delle pellicole cinematografiche proiettate a Parcocittà e che vedranno interessati non soltanto i delegati del Fondo Ambiente Italiano di Foggia ma anche le associazioni facenti parte dell’Ats che gestisce il progetto “Parcocittà” che, con competenza, accompagneranno con noi i visitatori in un viaggio che lega cultura e cinema, considerato universalmente “la settima arte”.
L’Associazione fotografica culturale “Scatto Matto”, tramite il coinvolgimento dei propri soci, curerà la realizzazione di un contest fotografico a seguito delle visite che verranno effettuate durante le Giornate FAI di Primavera. Successivamente quindici delle foto presentate per il concorso verranno esposte a Palazzo Dogana, sede della Provincia, in Piazza XX Settembre a Foggia. Il Palazzo è uno dei più antichi e prestigiosi monumenti della città, sede della Galleria d’arte Moderna e Contemporanea e importante . La mostra sarà poi visitabile in “pianta stabile” a Parcocittà.



  Categories:
Vedi più

Articoli Autore

spaziofoggiaadmin
spaziofoggiaadmin

Vedi più articoli
Scrivi commento

0 Comments

Nessun commentro trovato

Commenta per primo.

Aggiungi commento

I vostri dati non verranno condivisi L'indirizzo email non verrà pubblicato. Anche altri dati non saranno condivisi con terzi .
Tutti i campi sono obbligatori.

Scrivi il codice * Time limit is exhausted. Please reload the CAPTCHA.