carabinieriPreso da un raptus di follia un 46enne, residente a San Paolo di Civitate, ha insultato e tentato di strangolare la propria convivente di nazionalità Rumena davanti alle 2 figlie di 3 e 6 anni.

Il fatto sarebbe accaduto nelle mura domestiche.

Mentre la donna stava preparando la cena, il 46 enne, ha iniziato ad insultare la stessa per poi lanciargli contro una bottiglia di vino che è riuscita fortunatamente a schivare.

Nonostante la prima aggressione l’ uomo ha continuato a fare violenza nei confronti della donna tentando di strangolarla. La più grande delle due figlie è riuscita ad uscire fuori di casa e chiedere aiuto. In questo frangente di tempo la donna è riuscita a liberarsi dal suo aggressore nonchè compagno.

Insieme alle due figlie la donna è immediatamente corsa dai Carabinieri chiedendo aiuto.

Attualmente l’ uomo è stato sottoposto agli arresti domiciliari in attesa di direttisima ma in un’ abitazione diversa.

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here

Scrivi il codice * Time limit is exhausted. Please reload the CAPTCHA.