Nel corso degli ultimi anni, una delle tematiche maggiormente affrontate in Italia, sia dai giornali che in qualunque trasmissione, è l’economia. Infatti, si sente costantemente parlare di concetti come titoli di Stato, cambio euro dollaro, spread, e molti altri. Uno dei fattori che, però, si tende spesso a sottostimare è il potere d’acquisto del cittadino, specialmente in seguito alla recessione che ha caratterizzato il sistema economico italiano nel corso delle ultime amministrazioni nazionali.

In questo articolo si focalizzerà l’attenzione sull’andamento del mercato immobiliare, in particolar modo quello legato al turismo sul territorio nazionale, ossia quello che ha subito in maniera minore l’impatto di quella che possiamo definire in maniera inequivocabile come una delle crisi economiche, anche a livello europeo, più importanti degli ultimi anni. Ma analizziamo il fenomeno con attenzione.

L’impatto della crisi sul mercato immobiliare

Innanzitutto, partiamo da un assunto fondamentale: non esisterebbe il mercato immobiliare senza due figure fondamentali, ossia l’acquirente ed il costruttore.

Partiamo dal secondo: nel corso degli anni, il prezzo delle case, nel momento in cui queste sono concluse, ha subito un netto abbassamento dei costi (stando agli ultimi dati del triennio 2016-2018, parliamo di un calo del valore che ha raggiunto un picco massimo del 25%), ma il rapporto fra costi e ricavi, per i costruttori, non ha subito un calo tanto netto da portare ad una diminuzione massiva di coloro che si occupano di questa mansione.

Discorso del tutto diverso per quanto concerne i compratori: nel momento in cui, come appena detto, vi è stato un grande calo dei prezzi delle case, ad un occhio poco attento potrebbe sembrare una prospettiva interessante, ma non si è affatto considerato un fattore a dir poco fondamentale. I prezzi delle abitazioni, infatti, riflettono l’andamento dell’economia italiana, specialmente in virtù del fatto che quasi nessuno ha la possibilità di comprare la propria casa ai prezzi del precedente triennio; considerando che il potere d’acquisto dell’italiano medio è calato drasticamente, in virtù di un notevole innalzamento nel costo della vita, per mantenere degli standard perlomeno discreti, è logico che nel mercato degli appartamenti, i venditori hanno dovuto abbassare le proprie pretese iniziali, lasciando spazio alla possibilità di contrattare con i compratori, per riuscire a piazzare il proprio immobile.

Proprio in questo contesto, come vedremo più avanti, si sono inseriti compratori ed investitori esteri che, sfruttando questo momento di flessione dell’economia italiana, sono riusciti ad assicurarsi un futuro nel mercato immobiliare italiano. In questo momento storico, infatti, coloro che possono riuscire a ritagliarsi uno spazio in un’economia come quella italiana che, per quanto possa non sembrare, sembra mostrare alcuni segnali di ripresa, seppur timidi, che fanno presagire un futuro più roseo; ma per poter comprendere fino in fondo quali sono i luoghi, ed i metodi, migliori per poter investire sul mercato, bisognerebbe mettersi in contatto con degli esperti del settore, che verranno presentati in coda a questo articolo, ed a cui verrà dedicato un paragrafo a parte.

L’investimento estero sul mercato immobiliare italiano

Come appena detto, il mercato immobiliare che ha visto l’inserimento di numerosi committenti stranieri, ossia quello che potremmo definire come turistico, è quello che ha risentito decisamente meno della crisi, anzi, potremmo quasi dire che la crisi non l’ha mai vista.

Infatti, analizzando la situazione attuale, uno degli investimenti che potrebbero essere considerati fra i più convenienti, è l’acquisto di una o più abitazioni, con il fine di rivenderle nel momento in cui il mercato dovesse riprendersi, e tornare ad un livello perlomeno accettabile, oppure mantenerle in affitto per un lungo lasso di tempo: infatti, sebbene il mercato degli acquisti abbia subito una flessione notevole, sia dal punto di vista del numero delle operazioni che dei costi, vi è una fetta di questo settore dell’economia che si è ritagliata uno spazio via via maggiore, fino a diventare quasi la metà dello stesso, ossia il business degli affitti.

Per quanto possa apparire controintuitivo, perlomeno all’inizio, dopo una minima riflessione è facile comprendere il perché: piuttosto che comprare una casa, considerando che il potere d’acquisto del cittadino medio (ed anche la disponibilità economica media, non solo per quanto concerne l’acquisto di un’abitazione, ma in generale) è calato drammaticamente, risulta decisamente preferibile affittare una casa, in quanto abbatte i costi medi pro capite mensili, e consente di avere comunque un luogo in cui vivere in tranquillità. Una delle opzioni che, infatti, risulta essere gettonata fra tutti coloro che effettuano acquisti in massa di appartamenti, se non di quartieri interi, è proprio quella dell’affitto di intere palazzine, di modo da avere non solo una rendita garantita a lungo termine, ma anche in modo da fare concorrenza, in questo modo, ai costruttori che intendono vendere le case ad un prezzo che potremmo definire come fuori mercato.

In questo modo, oltre alla fidelizzazione con un gruppo di clienti molto ampio, grazie al colloquio con gli stessi, il proprietario di questi immobili potrà avere delle informazioni cruciali su questa fetta del mercato italiano, che senz’alcun dubbio sarà quella che vedrà più cambiamenti nel prossimo quinquennio.

Per concludere questa trattazione, risulta fondamentale dire che bisogna affidarsi a dei professionisti del settore, per poter essere sicuri su come operare in merito ad una situazione delicata come questa: infatti, rivolgendosi agli esperti della Beccaceci Group, sarà possibile ricevere una consulenza di primissimo livello in merito al mercato immobiliare della zona, in particolar modo per quanto concerne la situazione nelle città turistiche di Roseto degli Abruzzi e Giulianova. Inoltre, sapranno non solo fornire dei consigli di una straordinaria utilità, ma delle previsioni in merito alle evoluzioni di questa fase dell’economia italiana moderna.

Basterà consultare il sito https://www.passacquagroup.it/, e dando un’occhiata alla sezione Appartamenti, sarà possibile ottenere tutte le informazioni relative ad alcune città italiane, ossia quelle citate poc’anzi, con un livello di dettaglio a dir poco invidiabile, ed una cortesia e professionalità senza precedenti.

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here

Scrivi il codice * Time limit is exhausted. Please reload the CAPTCHA.