Il 2017 nel calendario di Peppe Zullo: “Sarà un anno importante”

Il 2017 nel calendario di Peppe Zullo: “Sarà un anno importante”
dicembre 26 13:02 2016 Stampa articolo

Martedì 27, presentazione degli scatti che accompagneranno i prossimi 12 mesi

Nella Cantina del Paradiso mostra per i 30 anni di attività e brindisi al nuovo anno

Il “tour” del 2016: la festa di Lino Banfi, le tappe a Roma, Barcellona, Parma e Matera

ORSARA DI PUGLIA (Fg) – I prossimi, saranno dodici mesi tutti da vivere, con un futuro da scrivere e assaporare giorno per giorno. Ad accompagnarci, come ogni anno, ci sarà il calendario di Peppe Zullo, con fotografie (potremmo dire quasi…ingredienti) che mettono insieme la ricetta della felicità: la terra, i suoi colori e i suoi frutti, gli sposi e l’allegria contagiosa del cuoco contadino. Martedì 27 dicembre, a Orsara di Puglia, dalle ore 18, nella Cantina del Paradiso si terrà la presentazione del calendario 2017 di Peppe Zullo. E non solo. Sarà anche l’occasione per celebrare i 30 anni di attività del cuoco-contadino nella sua terra, dopo il ritorno dagli Stati Uniti. “Brinderemo insieme all’anno nuovo che sta arrivando”, spiega il cuoco. La Cantina del Paradiso sarà allestita come un viaggio nel tempo, con immagini che attraversano uno spazio che va dal passato al futuro.

IL 2016, LE TAPPE DEL TOUR DEL GUSTO. “Il 2016 è stato un anno importantissimo per me”, racconta Peppe Zullo, “ma stiamo già lavorando affinché il 2017 sia ancora più importante”. L’anno che volge al termine è stato ricco di soddisfazioni e di progetti. A marzo, per qualche giorno il cuoco orsarese ha ospitato Lino Banfi nella tenuta di Nuova Sala Paradiso: “Un amico, mentre ci scattava una foto in cucina, ci ha detto ‘Tu e Lino siete la Puglia verace”. Alla Luiss, la Libera Università Internazionale degli Studi Sociali Guido Carli di Roma, a marzo 2016 Peppe Zullo è stato testimonial dell’evento Autistici e Giardinieri, nella giornata internazionale della consapevolezza sull’autismo. Il 7 aprile, il ritorno nella Capitale per parlare di gusto e salute dagli studi televisivi di Geo&Geo. Lo stesso mese, dal 15 al 17 aprile, Peppe Zullo è stato tra i protagonisti di una grande edizione di Libando.

A BARCELLONA E POI AL CIBUS DI PARMA. Nel giorno della Liberazione, tappa a Barcellona, dove lo chef ha rappresentato la cucina italiana ad Alimentaria, il salone internazionale del food&drink. In Catalogna, il cuoco pugliese ha fatto parte della delegazione di Symbola, la Fondazione per le Qualità Italiane presieduta da Ermete Realacci. La primavera zulliana è proseguita al Cibus di Parma, dove erano presenti tutti i più grandi chef italiani: da Carlo Cracco a Simone Salvini, da Antonio Cannavacciuolo a Davide Oldani, con Peppe Zullo e il suo cooking show sulla pasta di legumi che hanno avuto un palcoscenico di grande spessore internazionale fra 3mila espositori, 15 mila operatori esteri e duemila top buyer da tutto il mondo.

SLOW MATERA E FOGGIA MEDITERRANEA. Dopo Roma, Barcellona e Parma, per Peppe Zullo il 2016 è proseguito a Matera, dove il 21 maggio Slow Food ha presentato la sua Guida agli Extravergini d’Italia 2016. L’organizzazione fondata da Carlo Petrini ha chiamato Peppe Zullo a raccontare la propria esperienza di alfiere del made in Italy e delle caratteristiche più autentiche dei prodotti agroalimentari italiani. Il 31 maggio, impegno foggiano per l’inventore del simple food for intelligent people, col seminario che ha concluso l’edizione 2015-2016 di Med Food Anticancer Program, progetto del Dipartimento di prevenzione Servizio di Igiene degli alimenti e della Nutrizione dell’Asl Foggia di cui Peppe Zullo è testimonial.

LA FESTA PER GLI 80 ANNI DI LINO BANFI. Lo scorso luglio, a Roma, Peppe Zullo ha preparato il menù per la festa degli 80 anni di Lino Banfi. “Noi siamo pugliesi, ci piace mangiare bene, ecco perché io e Peppe Zullo siamo amici”. Davanti alla torta dei suoi 80 anni, Lino Banfi ha voluto omaggiare il cuoco che ha deliziato i suoi ospiti con specialità rigorosamente made in Puglia. Al compleanno di “nonno Libero”, i piatti preparati dallo chef orsarese sono stati gustati da ospiti di rilievo, da Pippo Baudo a Renzo Arbore, Eleonora Giorgi, Amedeo Minghi, Mara Venier, Bruno Vespa, Nancy Brilli, il sindaco di Roma Virginia Raggi, tutto lo staff di Un medico in famiglia, Gianni Letta e Massimo Giletti.

IL FILM SULLA VITA DI PEPPE ZULLO. All’inizio di agosto, all’alfiere del “simple food” è stato conferito il premio che Il Mercatino del Gusto, food event internazionale che ogni anno attira migliaia di visitatori a Maglie, riserva ai grandi ambasciatori del made in Italy. Nella motivazione del riconoscimento si leggono queste parole: “Con la sua poliedrica cultura gastronomica, con la sua internazionale percezione dell’innovazione sociale, ha inventato in tempi non sospetti la narrazione del territorio”. Il 27 agosto 2016, il regista Stefano Simone ha presentato il film documentario intitolato “Il mio amico Peppe Zullo”, lungometraggio realizzato dal videomaker manfredoniano è prodotto da Indiemovie.

MARTINA, L’ACLD, LA DISFIDA E LA TV. Il 18 e 19 settembre, lo chef di Orsara è tornato a Matera per il festival Cultural. Ottobre è stato particolarmente ricco e intenso, a iniziare dalla Contadinner di Vazapp alla Luiss di Roma, dove Peppe Zullo ha preparato la cena per il ministro Maurizio Martina e gli ospiti di un evento dedicato al buon cibo e alle eccellenze dei giovani imprenditori agricoli pugliesi. Il 9 e 10 ottobre, invece, a Villa Jamele e a Nuova Sala Paradiso si è celebrato il ventunesimo Appuntamento con la Daunia, un evento attraverso il quale Peppe Zullo convoca il meglio del panorama internazionale per discutere di gusto, buona alimentazione e futuro. Un’idea del presente e una visione sul domani che guarda al cibo come il primo elemento di una “catena alimentare” che nutre passione, arte, emozioni, sviluppo condiviso e per tutti. Negli scorsi giorni, Peppe Zullo è stato protagonista alla “Disfida di Barletta”, lo scontro-confronto tra vini italiani e francesi in una grande serata di gala. Il 2016 è stato particolarmente intenso anche per il Peppe Zullo “televisivo”, con numerosi interventi a Geo&Geo e la puntata di Linea Verde dell’11 dicembre scorso, quando su Rai Uno sono state promossi l’esperienza di Vazapp e le eccellenze agroalimentari ed enogastronomiche della Daunia.



  Categories:
Vedi più

Articoli Autore

spaziofoggiaadmin
spaziofoggiaadmin

Vedi più articoli
Scrivi commento

0 Comments

Nessun commentro trovato

Commenta per primo.

Aggiungi commento

I vostri dati non verranno condivisi L'indirizzo email non verrà pubblicato. Anche altri dati non saranno condivisi con terzi .
Tutti i campi sono obbligatori.

Scrivi il codice * Time limit is exhausted. Please reload the CAPTCHA.