stand orsara a Bovino 2014Il meglio di Orsara nella Disfida di Bovino

Squadra orsarese capeggiata dal Comune e composta da cuochi, artigiani e volontari

All’evento di Slow Food con il paniere dei prodotti tipici: vino, pane, dolci, conserve, salumi

Il paese dell’Orsa è l’unico in Capitanata a fregiarsi del riconoscimento di “Città Slow”

ORSARA DI PUGLIA (Fg) – Saranno rappresentate anche la cultura gastronomica e le eccellenze agroalimentari di Orsara di Puglia, domenica 15 marzo, alla nona edizione de “La Disfida del Soffritto di Maiale”, manifestazione organizzata dalle condotte Slow Food “Foggia e Monti Dauni” e “Irpinia, Colline dell’Ufita e Taurasi”, in collaborazione con il Comune di Bovino, il Gal Meridaunia e la Pro Loco di Bovino. Partner dell’iniziativa la Regione Puglia, la Provincia di Foggia, Promodaunia, l’Associazione Nazionale dei Comuni Italiani, il Touring Club Italia e le condotte regionali di Slow Food di Puglia e Campania. La partecipazione all’evento di domenica (inizio previsto alle ore 10) è promossa e coordinata dal Comune di Orsara di Puglia in collaborazione con l’Associazione Commercianti e Artigiani Orsaresi. Saranno presenti i ristoratori Luigi Inglese (Medina), Francesco Del Priore (Panta Rei), Mario e Massimo Fragassi (Monte Preisi). Il Comune sarà presente anche con un proprio stand dove sarà distribuito materiale informativo ai turisti e all’interno del quale sarà esposto il paniere delle tipicità “made in Orsara”: vino, olio e prodotti da forno. Nel brand Monti Dauni, Orsara di Puglia è chiamata a fare la sua parte e ad esprimere valori importanti, quegli stessi valori che hanno portato il paese dell’Orsa a essere un modello positivo, nonché l’unico borgo di Capitanata premiato dal marchio Città Slow.

LA DISFIDA DEL SOFFRITTO. La Disfida del Soffritto di Maiale rappresenta uno degli eventi principali a livello nazionale promossi da Slow Food, un momento di convivialità che mira a far riscoprire una delle più antiche tradizioni culinarie del territorio. Dalle ore 10, le comunità di Ariano Irpino, Bonito, Bovino, Castelluccio Valmaggiore, Casalnuovo Monterotaro, Deliceto, Flumeri, Gesualdo, Grottaminarda, Nocerino Agrosarnese, Orsara di Puglia, Paternopoli, Sant’Agata di Puglia, Taurasi, Troia e Vallesaccarda offriranno ai partecipanti un assaggio della “Colazione Contadina” nel corso di una degustazione che si snoderà tra le vie del centro storico di Bovino. Alle ore 13.00 l’appuntamento con il Soffritto di Maiale, il migliore dei quali sarà premiato. Il costo del biglietto per accedere alle consumazioni è di 10 euro per i soci Slow Food e di 15 euro per i non soci. Per i bambini fino a 12 anni l’accesso è gratuito. L’ingresso è riservato a 800 partecipanti.

IL PANIERE DEL “MADE IN ORSARA”. A Orsara di Puglia, l’enogastronomia, piatto forte di una vocazione agroalimentare a tutto tondo, conta su 21 tra ristoranti, strutture agrituristiche, pizzerie, bar ed enoteche. A tavola, le tipicità del cacio ricotta caprino e del pane di grano duro cotto nel forno a paglia si possono gustare sorseggiando tre vini di Orsara che hanno ottenuto la Igt (Identificazione Geografica Tipica): “Il Tuccanese”, “Aliuva” e “Ursaria”.

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here

Scrivi il codice * Time limit is exhausted. Please reload the CAPTCHA.