Boss in incognito è un programma televisivo di genere docu-reality in onda in prima serata su Rai 2 dal 2014,  condotto dalla terza stagione, da Flavio Insinna. Il format del programma deriva da “Undercover Boss“, di origini inglese e in onda su italia1.

Nella puntata di ieri, 25 Gennaio 2016, Giuseppe Di Martino è diventato il “Boss in incognito“, trasformandosi  e assumendo le sembianze di un dipendente della propria società. Per una settimana Giordano (nome in incognito) assieme ad una troupe televisiva ha documento le giornate di lavoro di alcuni dipendenti utilizzando un pretesto. Tra i vari dipendenti Michele Zanchelli, onesto e conosciuto agricoltore di Casalnuovo Monterotaro.

leva rotta boss in incognito zanchelli giorndanoNell’ esperienza lavorativa con Michele, Giordano, ha capito come si seminano i campi, come si guida un trattore, come si rompe una leva ma sopratutto ha notato quanta umiltà può risiedere in una sola persona.

La puntata di ieri ha visto un Michele Zanchelli con un animo forte ma allo stesso tempo “debole”, sopratutto quando nei suoi discorsi veniva fuori la sua sorellina, morta alla tenera età di 7 anni per una grave malattia. La parole di Michele hanno emozionato e commosso anche Giordano.

Al termine della puntata Giordano ritorna ad essere Giuseppe Di Martino e decide di donare ai “dipendenti  meritevoli” la busta del “Boss in Incognito”, come appunto al casalnovese Michele Zanchelli.

La bontà d’ animo di Michele non termina dove finiscono le parole ma con la volontà di donare parte della somma ricevuta da Di Martino (5.000 euro) allo stesso centro che ha tenuto in cura sua sorella, di sicuro un gesto non solo da apprezzare ma da prendere come esempio.

 

 

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here

Scrivi il codice * Time limit is exhausted. Please reload the CAPTCHA.