Cantico delle cantine: immagini di Orsara sotterranea – 27 Giugno

Cantico delle cantine: immagini di Orsara sotterranea – 27 Giugno
giugno 20 09:36 2015 Stampa articolo

Cantico delle CantineCantico delle cantine: immagini di Orsara sotterranea”

Nell’ambito della Festa del Vino, concorso-galleria di fotografie per svelare il paese segreto

ORSARA DI PUGLIA (Fg) – C’è una Orsara di Puglia sconosciuta e sorprendente, è quella sotterranea. Sotto il livello delle principali vie cittadine, si sviluppa un fitto reticolo di ambienti. Proprio in quei luoghi, tra mura spesse e una condizione climatica e di spazio ideale per ospitare grandi botti di legno, si sviluppano molte cantine ipogee. Per svelarle agli occhi del pubblico, farne conoscere fascino e bellezza, l’associazione Orsa Maggiore, il collaborazione con il Comune di Orsara di Puglia, Cantine Il Tuccanese e il fotografo Patrizio De Michele, ha organizzato il concorso “Cantico delle Cantine: immagini di Orsara sotterranea”. L’iniziativa fa parte del programma della 28esima edizione di Geo-Festa del Vino. Sabato 27 giugno, in piazza Mazzini, saranno esposte le fotografie realizzate da Patrizio De Michele nei luoghi sotterranei del paese. La cantina ipogea più suggestiva sarà premiata, alle ore 18. L’obiettivo è di valorizzare le produzioni e tradizioni vinicole del paese.

GEO-FESTA DEL VINO NELLA STORIA DI ORSARA. La prima edizione di Geo- Festa del Vino, a Orsara di Puglia, fu organizzata nel 1988. L’appuntamento, allora, si caratterizzava come sostanzialmente locale, basato sulla valorizzazione delle tipicità gastronomiche e vinicole che gli orsaresi producevano soprattutto per l’uso familiare o comunque per un consumo limitato alla domanda interna del paese. Già allora, tuttavia, la Festa del Vino rivelava l’ambizione e l’esigenza della Comunità Orsarese di valorizzare e promuovere la propria vocazione alla qualità alimentare e all’accoglienza. La Festa del Vino è stata una delle prime e più rilevanti occasioni per la Comunità Orsarese di prendere coscienza del valore assoluto rappresentato dalla capacità di produrre cose buone, di ottima qualità, per far apprezzare e far conoscere Orsara di Puglia. A differenza di quanto accadeva alla fine degli anni ’80, col nuovo secolo l’evento ha acquisito una dimensione molto più ampia. Sono arrivati visitatori da tutta la provincia di Foggia ma anche dalle vicine regioni di Campania e Molise. I vini orsaresi, oggi, sono certificati, hanno ottenuto il marchio Daunia Igt (Identificazione Geografica Tipica) e una parte cospicua della produzione è destinata al mercato esterno. La Galleria Enogastronomica, al contrario del passato, valorizza non solo le produzioni vitivinicole di Orsara ma si è trasformata in una occasione ideale per promuovere anche le eccellenze espresse da tutta la Puglia e dalla vicina Irpinia. L’offerta delle tipicità gastronomiche orsaresi, inoltre, si è ampliata, professionalizzata ed è andata qualificandosi come la migliore in provincia di Foggia. Un riconoscimento arrivato non solo dall’assegnazione del marchio “Cittaslow”, ma anche dall’apprezzamento dei visitatori che sono arrivati sempre più numerosi e dalla valutazione di esperti che hanno inserito i ristoranti orsaresi nelle guide enogastronomiche nazionali.



  Categories:
Vedi più

Articoli Autore

spaziofoggiaadmin
spaziofoggiaadmin

Vedi più articoli
Scrivi commento

0 Comments

Nessun commentro trovato

Commenta per primo.

Aggiungi commento

I vostri dati non verranno condivisi L'indirizzo email non verrà pubblicato. Anche altri dati non saranno condivisi con terzi .
Tutti i campi sono obbligatori.

Scrivi il codice * Time limit is exhausted. Please reload the CAPTCHA.