Si è svolta l’altra sera nella sala consiliare del comune di Conversano (Bari) una affollata assemblea degli agricoltori sul tema dell’aumento delle tariffe irrigue da applicare a livello regionale all’acqua proveniente dai pozzi collettivi in concessione all’Arif (Agenzia regionale per gli interventi irrigui e forestali). L’incontro è stato richiesto da Agrinsieme Puglia, il coordinamento delle associazioni che raggruppa Cia – Agricoltori Italiani, Confagricoltura, Aci (Alleanza delle Cooperative Italiane) e Copagri.

Per l’Arif era presente il commissario straordinario dott. Domenico Ragno.

Questi gli impegni assunti dall’Arif sulla base delle rivendicazioni formulate da Agrinsieme:

1) non aumentare le tariffe irrigue per l’anno 2017;

2) disponibilità da parte della Regione Puglia a rivedere la delibera che prevedeva l’aumento del costo dell’acqua per l’irrigazione;

3) per il 2017 saranno triplicati gli investimenti per la manutenzione della rete irrigua, ormai vetusta;

4) rivedere il programma di turnazione per l’erogazione dell’ acqua al fine di venire incontro alle legittime richieste della categoria;

5) per il futuro, prevedere incontri sui territori dei distretti irrigui per programmare gli interventi e prevenire le emergenze;

6) immediato avvio dei lavori per l’efficientamento delle condotte irrigue.

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here

Scrivi il codice * Time limit is exhausted. Please reload the CAPTCHA.