SOLD OUT PER VIOLIN JAZZ, anteprima nazionale a Foggia

SOLD OUT PER VIOLIN JAZZ, anteprima nazionale a Foggia
marzo 20 12:37 2015 Stampa articolo

02 Jeremy Cohen-200x300SOLD OUT PER VIOLIN JAZZ

In anteprima nazionale sabato e domenica a Foggia

il grande violinista americano Jeremy Cohen

Sarà l’Auditorium Santa Chiara, domenica 22, giorno della festa patronale, ad ospitare l’attesissimo concerto di Jeremy Cohen, in anteprima nazionale a Foggia, per raccontare la storia del violino jazz, insieme ai musicisti Marcello De Francesco al violino, Antonio Tosques alla chitarra e Giuseppe Venezia al contrabbasso.

Sold out definitivo per l’evento, organizzato dal foggiano Marcello De Francesco, che ha incontrato Cohen durante un viaggio negli Stati Uniti.

Ma non finisce qui perché sabato 21 il grande violinista jazz terrà una masterclass presso la Libreria Ubik sulle ‘Tecniche di esecuzione e improvvisazione Jazz e Tango per strumenti ad arco’.

Cohen, violinista del Quartet San Francisco, con le sue elettrizzanti esibizioni, ha raccolto diversi riconoscimenti Oltreoceano, tra cui 3 nomination ai Grammy Awards e collaborazioni con diverse Orchestre di fama mondiale, con il famoso quartetto d’archi Turtle Island Quartet, con John Williams, Ray Charles, Carlos Santana e molti altri.

Foggia avrà così l’onore di ospitare una leggenda mondiale della musica, grazie al sostegno di MamApulia, Musicisti di Foggia, Apulia Felix, Podere 55 e in collaborazione con il Conservatorio di Musica ‘Umberto Giordano’ e il Liceo Musicale ‘Carolina Poerio’.

La masterclass si terrà presso la Libreria Ubik di Foggia a partire dalle ore 17 mentre il concerto di domenica si svolgerà a partire dalle 20.30.

Qui tutti i musicisti:

Jeremy Cohen: Violino

Antonio Tosques: Chitarra

Giuseppe Venezia: Contrabbasso

Marcello De Francesco: Violino

Conosciamoli uno per uno nel dettaglio.

JEREMY COHEN

03 Jeremy CohenCon le sue elettrizzanti esibizioni, Jeremy Cohen si è guadagnato diversi riconoscimenti negli Stati Uniti d’America.

Di formazione classica e studente di Itzhak Perlman e Anne Crowden, Cohen riflette il suo eclettismo grazie alla passione per grandi violinisti di differenti generi e stili, dallo stesso Perlman a Fritz Kreisler, da Joe Venuti ad Eddie South.

Cohen si è esibito come solista con numerose orchestre tra cui la Virginia, la California Symphony e la Reno Philharmonic. Ha partecipato alla registrazione di colonne sonore televisive, tra cui “The Dukes of Hazzard” e “Fabbricante di bambole” e, come Primo Violino, in registrazioni con Linda Ronstadt, Ray Charles, Aaron Neville, Howard Keel e Cleo Laine.

Partecipa con don Carlos Santana durante la sua premiazione ai Grammy Awards con il CD “Supernatural,” e registra la colonna sonora di “Star Wars” nella compilation originale con John Williams. Sul palco è stato il violino solista in “Forever Tango” e “Il più bel casino del Texas” ed ha inciso e tenuto numerosi concerti con il famoso quartetto d’archi “Turtle Island Quartet”, vincitore del Grammy Award 2006.

Insegnante per sei anni ai workshop Jazz della Stanford Jazz University, dal 1997 Cohen insegna all’Henry Mancini Institute di Los Angeles e dal 2004 alla Scuola Jazz Berkeley di San Francisco.

Oltre ad aver inciso numerosi album con il quartetto d’archi “Quartet San Francisco”, da lui fondato e con il quale ottiene 3 nomination ai Grammy nella sezione “Best Classical Crossover” negli anni 2006, 2007 e 2009, Jeremy Cohen ha registrato tre cd di standard jazz anche con il quartetto “Violin Jazz” (violino, pianoforte, basso, chitarra).

Nel 2004 ha pubblicato “Jeremy Cohen and Friends Festeggiano Joe Venuti -100 Anni”, il suo tributo in dvd al grande violinista jazz.

Da non dimenticare gli arrangiamenti orchestrali di Cohen per le San Jose e San Francisco Chamber Orchestra, il Bay Area’s Peninsula Symphony, il Reading Philharmonic, la Filarmonica di Reno e la Valle del Sole e Mendocino Music Festival. Durante la stagione 2006-2007 anche la San Francisco Symphony ha eseguito arrangiamenti di Cohen.

ANTONIO TOSQUES

03 Antonio TosquesChitarrista poliedrico, ha suonato in diversi contesti musicali. Nel ’92 partecipa come finalista al Roma Jazz Fest per giovani emergenti, al Foro Italico con l’Antonio Tosques Quartet.

Dal 1994 al 2000 si esibisce in ambito pop accompagnando Francesca Alotta, Jo Squillo, Irene Fargo e partecipando anche a trasmissioni televisive come “Domenica In”.

Dal 2000 si dedica completamente al jazz e musica improvvisata in genere, ha suonato con musicisti di fama nazionale e internazionale come: Bob Mover, Massimo Manzi, Mike Melillo, Paolino Dalla Porta, Paolo Birro, Robert Bonisolo, Kile Gregory, Pierluigi Balducci, Ernst Rijseger, Luciano Biondini, Fabio Accardi, Mirko Signorile, Daniele Scannapieco, Gianni Le Noci, Sandro Satta, Tom Kirkpatrick, Rachel Gould, Mia Cooper, Fabio Mariani, Pietro Jodice, Key Jay Forrest, Cristal White, Brian Horton, Kelvin Sholar, MarcoSannini, Az Shi Osada.

Con il gruppo ArtJazz quartet è risultato,nel luglio del 1999, fra i tre vincitori del concorso Nazionale di Musica Jazz comune di Baronissi sezione professionisti, con la giuria presieduta da GiovanniTommaso, classificandosi al secondo posto.

Nel 2002 viene selezionato al concorso “Premio Massimo Urbani” e, sempre nello stesso anno, viene selezionato al 4° Concours International de Soliste de Jazz di Montecarlo dove partecipa e si classifica 3° riscuotendo gli elogi della giuria specializzata. Nell’estate del 2003 vince con l’Artjazz Quartet il prestigioso concorso internazionale di Jazz di Barga. E’ finalista nelle edizioni V e VII del Concurso Internacional de Grupos de Jazz de Granada (Spagna). Il suo primo lavoro discografico da leader “Synopsis” porta le note di copertina di Paolo Fresu ed è stato recensito dalla famosa rivista americana “Jazz Reviewche ha definito Tosques come uno dei nuovi talenti a livello mondiale. Ha tenuto concerti in Italia e Europa in importanti manifestazioni. Collabora attivamente con il bassista Pier Luigi Balducci . Ha insegnato all’Universita’ della Musica di Roma e attualmente è docente presso i Conservatorio di musica di Lecce, Potenza e Benevento.

GIUSEPPE VENEZIA

03 Giuseppe VeneziaContrabbassista lucano, nato a Bernalda (Matera) nel 1982, è impegnato in varie formazioni, affronta stili jazzistici diversi, dal dixieland all’hard bop, passando per lo swing, il manouche, il be bop ed il cool jazz.

Da poco più di un anno si dedica, contestualmente all’attività concertistica, allo studio della musica classica frequentando il Conservatorio “Duni” di Matera.

Musicista con numerose esperienze, ha partecipato alla costituzione di numerosi ensemble jazzistici, tra cui Les manuages che lo vede al fianco di due chitarristi, con la quale ha suonato in molti jazz club, ha inoltre partecipato a numerosi festival, tra cui il Festival Internazionale Jazz Manouche Django Reinhardt di Torino nel 2007 e nel 2008 e con cui ha inciso il disco: “ Il gatto e il topo”.

Nel 2008 parte per un esperienza in un campside manouche in Olanda per una masterclass con il chitarrista gitano Lollo Meier, con il quale si esibirà, in seguito, in numerosi concerti. Nello stesso anno vince con i Les Manuages il concorso IJT “Indicazione Jazzistica Tipica” indetto dall’Onyx Jazz Club, al quale aveva partecipato e vinto già un anno prima con il “Matera Brothers Trio”.

Dal 2009 fa parte del progetto “David Paquette and the Italian boys”, con il quale ha inciso un disco (live in Rome) e si è esibito in numerose occasioni sia in Italia che all’estero.

Nel 2011 partecipa alla formazione del trio “InTRIoPLAy” con il chitarrista Cosimo Maragno ed il batterista Lorenzo Nicoletti con in quali ha inciso un album, di prossima uscita, con ospite il trombettista Fabrizio Bosso. Nel novembre 2011 pubblica il suo primo disco come band-leader “Let the Jazz flow”.

Nel 2011 in studio di registrazione per registrare un album (non ancora edito) con Attilio Troiano al sax tenore, Jason Lindner al pianoforte e Johnatan Blake alla batteria. Nel 2012 partecipa agli Italian Jazz Days, a New York City.

Attualmente insegna contrabbasso jazz presso la “High Music Accademy” di Taranto e presso “Accademia della Musica e del Suono” di Montalbano Jonico.

Ha collaborato con artisti come: Duffy Jackson, Greg Hutchinson, Jerry Bergonzi, Stochelo Rosenberg, John Allred, Johnatan Blake, Jason Lindner, Andy Farber, Giovanni Amato, Stepko Gut, Howard Alden, Jerry Weldon, Attilio Troiano, Joy Garrison, Mike LeDonne e moltissimi altri.

Ha suonato nei jazz club più importanti in Italia (Alexander Platz, Music Inn, Gregory’s Jazz club, Jazz Club di Torino, ecc) e all’estero (New York, Svizzera, Malta).

MARCELLO DE FRANCESCO

02 Marcello De Francesco (1)Nato a Foggia, si è diplomato in Violino sotto la guida del M° Dino De Palma presso il Conservatorio “Umberto Giordano” di Foggia e si è perfezionato successivamente con il M° Ettore Pellegrino, il M° Djordje Trkulja e il M° Giovanni Zonno.

Ha iniziato la carriera violinistica collaborando con diverse formazioni orchestrali, ricoprendo anche i ruoli di solista e di spalla e lavorando con solisti e direttori di fama internazionale, tra cui Uto Ughi, Massimo Quarta, Enrico Dindo, Luis Bacalov, Katia Ricciarelli, Corrado Rovaris, Donato Renzetti, Marco Zuccarini, Renato Serio, Renato Chiaravalle e Alterisio Paoletti. 

Oltre alle numerose partecipazioni a trasmissioni televisive in prima serata sulle reti Rai, Mediaset e diverse tournée in Finlandia, a Malta, Stati Uniti e Canada, vanta anche molte collaborazioni in ambito pop. È stato Violino Solista con l’Apulia Simphonic Pop Orchestra e Primo Violino in quartetto d’archi con Dody Battaglia dei Pooh.

Collabora con Valerio Zelli degli “O.r.o.”, Eugenio Bennato, tiene concerti con Antonella Ruggiero, Amii Stewart, Vittorio De Scalzi dei “New Trolls” e partecipa all’incisione di album anche con Renato Zero e Massimo Ranieri.

Ideatore dello spettacolo “Sogno Italiano”, rappresentato dall’Orchestra “Suoni del Sud” in diversi teatri italiani e canadesi, mostra grande interesse per il Jazz ed il live electronics, cercando di trasmettere la passione per i vari generi nelle sue performance.

Laureato in Musicoterapia nel 2004, ha lavorato in diversi Istituti ricoprendo il ruolo di Musicoterapista, e ha collaborato nel 2008, anche con la Facoltà di Scienze della Formazione dell’Università di Foggia in qualità di esperto in Linguaggio Musicale e Musicoterapia. Attualmente è docente di Violino presso l’Istituto “Perotto-Orsini” di Manfredonia e il Liceo Musicale “Poerio” di Foggia.



  Categories:
Vedi più

Articoli Autore

spaziofoggiaadmin
spaziofoggiaadmin

Vedi più articoli
Scrivi commento

0 Comments

Nessun commentro trovato

Commenta per primo.

Aggiungi commento

I vostri dati non verranno condivisi L'indirizzo email non verrà pubblicato. Anche altri dati non saranno condivisi con terzi .
Tutti i campi sono obbligatori.

Scrivi il codice * Time limit is exhausted. Please reload the CAPTCHA.