Sabato 1 luglio Mo’l’estate porta il blues ad Apricena

Sabato 1 luglio Mo’l’estate porta il blues ad Apricena
giugno 30 00:25 2017 Stampa articolo

MO’L’ESTATE SPIRIT FESTIVAL SALUTA L’ESTATE CON IL BLUES

Ad Apricena il pugliese Luigi Mitola, alle prese con le storie blues tra Stati Uniti ed Europa

Sarà il blues il protagonista del prossimo appuntamento di Mo’l’estate Spirit Festival, con il poliedrico artista pugliese Luigi Mitola, sabato 1 luglio ad Apricena, presso Villa Borrelli, in contrada Tufara.

A partire dalle ore 21.30 Luigi Mitola, con voce, chitarre, armonica e loops, ci racconterà le radici del blues, del folk e del rock che dalla “vecchia America” sono arrivate nella “nuova Europa”. La ricetta è quella consueta: musica di qualità, luoghi della nostra terra che ci riportano al cuore della bellezza, le degustazioni a cura di Forno Sammarco e Selezione Sabatino e i vini della Cantina La Marchesa.

L’evento rientra nella rassegna itinerante di arte varia con la direzione artistica di Stefano Starace che commenta: “Siamo giunti orgogliosamente alla XXIV edizione, l’anno non è ancora concluso ma abbiamo già ospitato in Capitanata artisti come Agnese Valle, Alice Clarini, Michele Carrabba e Marco Contardi, oltre che l’omaggio a Luigi Tenco, con il trio al femminile composto da Marian Trapassi, Pellegatta e Sara Velardo, inserito in un progetto più ampio che ha visto realizzarsi ben 38 appuntamenti sul territorio nazionale, più un altro a Parigi”.

Sabato 1 luglio tocca a Luigi Mitola, artista versatile, soprattutto interprete della chitarra capace di soddisfare gusti ed esigenze allenate a spaziare negli stili musicali più datati. E, proprio nella veste di musicista-chitarrista, si è proposto in innumerevoli contesti: con il cantautore Stefano Rosso (un ventennio fa), con il bluesman Herbie Goins, con il rocker italianizzato Shel Shapiro, con la cantante “leggera” Gerardina Trovato. E poi le collaborazioni e le sessioni in studio con la Rai e con alcune aziende che si occupano di strumenti musicali.

Negli ultimi anni si è appassionato al roots rock, i suoni che sono alla radice del blues, del folk e del rock. Non a caso, lo spettacolo Stati Uniti – Europa, Blue Stories è l’interpretazione che gli europei (Beatles e Rolling Stones in primis) hanno fatto delle scritture di Bo Diddely, John Lee Hooker, Neil Young, Dylan… e viceversa.

Ingresso su prenotazione, fino a esaurimento posti: 347/4687088.



  Categories:
Vedi più

Articoli Autore

spaziofoggiaadmin
spaziofoggiaadmin

Vedi più articoli
Scrivi commento

0 Comments

Nessun commentro trovato

Commenta per primo.

Aggiungi commento

I vostri dati non verranno condivisi L'indirizzo email non verrà pubblicato. Anche altri dati non saranno condivisi con terzi .
Tutti i campi sono obbligatori.

Scrivi il codice * Time limit is exhausted. Please reload the CAPTCHA.