manfredonia portoMacabra scoperta questa mattina all’ alba nello specchio d’acqua del porto industriale di Manfredonia. Il corpo in avanzato stato di decomposizione è stato ritrovato da dei pescatori mentre galleggiava a pelo d’ acqua. Immediatamente allertata la Capitaneria di Porto Sipontina che hanno provveduto ad attivare tutte le procedure per il recupero del cadavere.

Per il momento non si conoscono ancora le generalità dell’ uomo, ma, non si esclude che possa trattarsi di Massimiliano Gatta, il 42enne scomparso lo scorso 11 Aprile.

Oltre ai militari della Capitaneria di Porto diretti dal Capitano di Fregata Marcello Notaro, sul posto i Vigili del Fuoco, la guardia costiera e le forze di polizia.

Dato l’ avanzato stato di decomposizione solo l’ autopsia potrà chiarire le cause del decesso e le generalità della vittima attualmente trasferita presso l’ obitorio del Cimitero di Manfredonia.

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here

Scrivi il codice * Time limit is exhausted. Please reload the CAPTCHA.