Cari lettori di Foggia chi non conosce il clochard Nonno Libero? Lui che piano piano si è fatto amare da tutti voi foggiani, lui con un misterioso passato alle spalle, si dice che in passato era un bravo pediatra, ma poi perché ha avrà deciso di vivere per la strada…sarà stata una sua scelta oppure è stato costretto, ma poi costretto da chi?

Il nostro Nonno Libero che ha unito Foggia

Si, lui oggi è il nostro Nonno Libero, …Nonno Libero che per tanti anni ha frequentato le vie della nostra città, in questi giorni ha fatto parlare tanto di se.

L’uomo è stato vittima di un “atto ignobile”, così lo spiegano tantissimi utenti che sulla pagina Facebook di “Voce di Foggia”, diverse ore fa, hanno spiegando ciò che gli è successo.

L’uomo delle buste Nonno Libero

Nel corso del periodo invernale, “l’uomo delle buste” (così è soprannominato Nonno Libero), ha avuto sempre l’abitudine di sostare a ridosso di una grata collocata sotto un palazzo pubblico di Corso Roma dalla quale riesce a trovare calore, quindi le sue ore più fredde, il nostro Nonno si riscalda qui.

Ma, purtroppo vi è il fatidico ma… qualcuno, in questi giorni, ha piazzato nella parte anteriore di quella grata una fioriera e delle barriere legate con del filo di ferro.

Forse è stato fatto per evitare che il clochard possa fermarsi lì dinanzi? A questa domanda nessuno sa ancora rispondere, ma speriamo che questo atto infantile, questo comportamento cattivo, contro un uomo che non dà fastidio a nessuno, anzi è amato e rispettato venga risolto al più presto, in modo tale che Nonno Libero possa proseguire a riscaldarsi nelle freddissime giornate invernali.

Utente di Facebook che ama Nonno Libero

“Anche nonno libero ha diritto di vivere e mettere quelle transenne per evitare di riscaldarsi e davvero uno schifo!”, scrive con amore un utente su Facebook, proteggendo lo spirito di quest’uomo. “Poi quando si sente che muoiono di freddo tutti a fare i falsi buonisti con gli occhi lucidi”, scrive un altro.

Nonno Libero in queste ore è tra la vita e la morte

Dopo che brevemente vi ho riassunto la triste storia di quest’uomo indifeso, mi tocca darvi una triste notizia…questa notte, la Polizia Locale insieme ad un’ambulanza del 118 hanno condotto Nonno Libero in ospedale. In questo momento il clochard è in pericolo di vita.

Che cosa sarà accaduto nelle ore fredde stanotte? Nonno Libero si trova fra la vita e la morte per il freddo gelido oppure perché non ha mangiato in modo giusto?

Noi ci stiamo ponendo tante domande alle quali non sappiamo dare una risposta, attendiamo aggiornamenti, ma se qualcuno di voi vuole commentare oppure aggiornarci in tempo reale non siamo qui.

Grazie a tutti.

 

 

 

 

 

 

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here

Scrivi il codice * Time limit is exhausted. Please reload the CAPTCHA.