Pinuccio, inviato di Striscia la Notizia, si reca ad Ordona per far notare il forte stato di degrado e di abbandono di una zona archeologica riconosciuta, così come si evince dalle dichiarazioni di Antonietta Trabacco (Archeoclub Ordona).

All’ interno della zona archeologia abbandonata, ma “ricca di impianti eolici” è possibile apprezzare reperti romani di vario genere, tra cui, mosaici, un’ anfiteatro e persino un calendario astronomico risalente al 5.000 a.c.

Scherzosamente Pinuccio si chiede: “C’erano prima le pale eoliche o prima l’ anfiteatro?”.

 

 

Come si fa a non valorizzare un tesoro come questo?

Posted by Pinuccio on Mercoledì 13 gennaio 2016

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here

Scrivi il codice * Time limit is exhausted. Please reload the CAPTCHA.