Ad Apricena un cacciatore è stato ucciso per sbaglio da un amico dopo essere stato raggiunto al petto da un colpo di fucile scagliato dal suo compagno di caccia, che l’ho aveva indirizzato ad un cinghiale, non rendersi conto del suo compagno.

Giovanni Squarcella, 57 anni, falegname ucciso per sbaglio

Stamattina il signor Giovanni Squarcella, 57 anni, falegname ha perso la vita, nelle campagne di Apricena, nel Foggiano. Giovanni Squarcella originario di San Giovani Rotondo (Foggia) ma viveva ad Apricena, è morto sul colpo. L’uomo che ha sparato, al suo compagno per un fatale errore, ora è indagato a piede libero per assassinio colposo.

Un hobby fra amici è finito in tragedia

Un hobby fra amici è finito in tragedia, una battuta di caccia che doveva essere un momento piacevole fra i due cacciatore purtroppo ha avuto una finale drammatico. Infatti, Giovanni Squarcella è morto dopo essere stato colpito al petto dal suo amico che l’aveva “confuso” per una svista per un cinghiale.

La polizia ha svolto le prime ricostruzioni

La polizia ha svolto le prime ricostruzioni nella località Ponte La Rocca, ascoltando anche una decina di testimonianze, le quali hanno raccontato la dinamica dell’accaduto.

In conclusioni i presenti hanno dichiarato che il povero animale, è stato colpito da un primo gruppo di cacciatori ma ciononostante il cinghiale, avrebbe provato a scappare.

Un volta scoperta la preda, per bloccarla il 59enne avrebbe fatto fuoco non rendersi conto però della presenza di signor Squarcella, il quale è stato colpito al petto dal proiettile. Quando è giunta l’autombulanza, gli infermieri non hanno potuto fare nulla solo affermare il decesso.

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here

Scrivi il codice * Time limit is exhausted. Please reload the CAPTCHA.