Il 14 e il 15 ottobre, in collaborazione con Slowfood e Orsara Cittaslow

Cuochi e docenti da Usa e Messico, il ricordo di Severino Garofano

ORSARA DI PUGLIA (FG) – “Cibo Universale”. É questo il tema al centro del 23esimo “Appuntamento con la Daunia”, l’evento attraverso il quale, ogni anno, Peppe Zullo convoca a Orsara di Puglia produttori, cuochi, manager, artisti e giornalisti per celebrare l’innovazione e il meglio della cultura legata al cibo, ai valori che esprimono salubrità, sapori autentici, tutela e valorizzazione delle biodiversità. Il 23esimo “Appuntamento con la Daunia” si svilupperà in due giornate: domenica 14 e lunedì 15 ottobre, ospitate rispettivamente nelle location di Villa Jamele e Nuova Sala Paradiso, entrambe a Orsara di Puglia, le ‘oasi’ del gusto del cuoco Peppe Zullo.

IL PROGRAMMA. Particolarmente ricco il programma dell’edizione 2018 che, domenica 14 ottobre, prenderà il via alle 10.30 con il convegno su “ Cibo Universale”. Su questo tema, interverranno: Anna Peach, Heirloom Grower dello Squash and Awe Hawaii (Stati Uniti); Rocio Martinez Osegueda, direttrice dell’Ufficio del Turismo di Puerto Vallarta (Messico); Umberto Montano, Fondatore del Mercato Centrale di Firenze; i docenti Christian Fernando Iaione e Benedetta Gillio dell’Università LUISS; Giovanni Minelli, Parmigiano Reggiano Malandrone 1477; Federica Stella Blasi, Research fellow, CEO NGA srl; Toni Augello, web marketing manager; Carlo Ventola, wedding look maker. Sarà Oscar Buonamano, vicepresidente dell’Ordine dei Giornalisti d’Abruzzo, a coordinare gli interventi. Al termine del convegno, si darà il via agli itinerari del gusto: protagonisti saranno produttori e ristoratori del territorio. Special Guest: Santino Caravella, comico gastronomico.

LA GIORNATA DI LUNEDI’. La seconda giornata, lunedì 15 ottobre, sarà dedicata al ricordo di “Severino Garofano: un galantuomo”. Irpino, adottato dalla Puglia già dal 1957, Severino Garofano fu in grado di cambiare il volto della viticoltura salentina facendola conoscere e apprezzare nel mondo. Del suo esempio e della evoluzione dell’immagine del cibo italiano nel mondo discuteranno Stefano Pisani, sindaco di Pollica e presidente di Cittaslow International; Ludovico Solima, docente di management delle imprese culturali; Faith Willinger, ambasciatrice della cucina italiana nel mondo; Franco Pepe, maestro pizzaiolo.

CIBO UNIVERSALE. Per due giorni, sul tema del “cibo universale”, a Orsara si confronteranno cuochi, docenti e giornalisti da tutto il mondo. L’elemento simbolo del 23esimo Appuntamento con la Daunia è l’universalità di ciò che ci nutre, ci ispira, ci dà energia, con elementi culturali che attraversano e oltrepassano i confini, conservando sempre lo stesso valore d’identità, speranza, continuità tra passato e futuro. Ventitre anni fa, Peppe Zullo organizzò per la prima volta il suo “Appuntamento con la Daunia”. Il cuoco pugliese, che negli ultimi 30 anni è diventato uno degli chef più apprezzati del mondo per la sua filosofia del “simple food for intelligent people”, ogni anno convoca a Orsara di Puglia – paese della Daunia riconosciuto come “Cittaslow” e Bandiera Arancione del Touring Club – alcune delle migliori espressioni internazionali della cultura del buon cibo.

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here

Scrivi il codice * Time limit is exhausted. Please reload the CAPTCHA.