MICHELE GAZICH INCANTA LA CAPITANATA CON “LA VIA DEL SALE”

MICHELE GAZICH INCANTA LA CAPITANATA CON “LA VIA DEL SALE”
dicembre 21 16:27 2016 Stampa articolo

Si conclude così la XXIII edizione di Mo’l’estate Spirit Festival diretto da Stefano Starace, che annuncia già una sorpresa per il 2017

Ritmi rallentati, versi che si mescolano alle melodie da lasciar brividi a fior di pelle”: queste le parole degli spettatori presenti al concerto del poliedrico cantautore e violinista Michele Gazich, sabato a San Giovanni Rotondo, ospite di Mo’l’estate Spirit Festival, che chiude così la sua XXIII edizione, ricca di incontri artistici e umani in angoli preziosi della Capitanata.

Due maestri dell’anima Gazich e Marco Lamberti, che hanno concluso in Puglia gli ultimi concerti del 2016 presentando l’ultimo album di Gazich, frutto di una ricerca attenta e meditata, metafora per raccontare luoghi e viaggi, e che a San Giovanni Rotondo hanno regalato anche un’altra perla, a sorpresa, in anteprima nazionale: un brano di Leonard Cohen, tradotto dallo stesso Gazich

Con Michele Gazich – splendido nel ricordare con Cohen il Premio Nobel per la letteratura a Bob Dylan – si è chiusa una XXIII edizione piena di soddisfazioni – commenta il direttore artistico di Mo’l’estate Spirit Festival Stefano Starace – Nel 2016 abbiamo portato in Puglia 7 artisti (da Milano, Vicenza, Brescia, dalla Sicilia, dal Canada e uno del nostro territorio) per un totale di 18 eventi in diverse località della provincia di Foggia coinvolgendo anche diversi soggetti culturali ed eccellenze produttive del territorio e, inoltre, anche studenti tra i 12 e i 19 anni di diversi Istituti”.

Tra le manifestazioni del prossimo anno, Starace anticipa anche una serie di piccole ma significative iniziative in dieci località della provincia di Foggia per ricordare un avvenimento tra i più importanti per il suo carattere storico-culturale: i 100 anni dalla rivoluzione russa. “… Ma niente Ejzenstejn stavolta?”: commenta ironicamente, ricordando la rassegna “Suoni e Rivoluzione”, dedicata proprio al grande cineasta russo realizzata lo scorso anno.



  Categories:
Vedi più

Articoli Autore

spaziofoggiaadmin
spaziofoggiaadmin

Vedi più articoli
Scrivi commento

0 Comments

Nessun commentro trovato

Commenta per primo.

Aggiungi commento

I vostri dati non verranno condivisi L'indirizzo email non verrà pubblicato. Anche altri dati non saranno condivisi con terzi .
Tutti i campi sono obbligatori.

Scrivi il codice * Time limit is exhausted. Please reload the CAPTCHA.