crollo palazzina de amicisPoco prima delle ore 4:00 del mattino di giorno 3 Maggio 2014, a Foggia, precisamente al civico 22 di Via De Amicis, in seguito ad un’ esplosione è crollata una palazzina dove al suo interno vi erano 4 persone. A perdere la vita i due coniugi, Giuseppina Fiore classe 1985 e Luigi Veneziano classe 1977. All’ interno della palazzina, oltre ai due coniugi rimasti vittima del tragico incidente un bimbo, attualmente ricoverato presso l’ Ospedale Riuniti di Foggia e un’ anziano. Per fortuna le condizioni degl’ ultimi non sono gravi.

L’ esplosione della palazzina sarebbe scaturita da una fuga di gas.

A seguito di tale pista gli Agenti della Questura di Foggia hanno interrogato i tecnici dell’ Amgas che avrebbero effettuato un sopralluogo a seguito di una richiesta di verifica da parte dei condomini del Civico 20, i quali avrebbero sentito un forte odore di gas. Questo quanto riferito da alcune testimonianze.

Gli agenti della Questura di Foggia hanno sequestrato tutto il materiale utilizzato dai tecnici Amgas per le dovute verifiche.

L a richiesta da parte dei residenti del civico 20 di Via De Amicis è stata effettuata giorno 2 Giugno 2014 alle 0re 19:17 e dopo meno di mezz’ ora i tecnici dell’ Amgas hanno provveduto alle dovute verifica, inizialmente alle tubazioni e successivamente utilizzando un metanometro che non avrebbe rilevato nessuna percentuale di metano nell’ aria.

Poco dopo le 20:00 di giorno 2 Giugno i tecnici avevano effettuato tutte le dovute verifiche e redatto il relativo verbale.

Nonostante il cordoglio di Iafelice, direttore Amgas, tende a precisare che l’ appartamento adiacente al civico 20 di Via De Amicis, posto dove è avvenuto il crollo, non era servito da Amgas Spa e che al suo interno vi era anche una bombola GPL. Lo stesso Iafelice vuole capire le cause di tale tragedia che ha sconvolto non solo Foggia.

Per conoscere effettivamente le cause di tale “tragedia” bisognerà attendere gli sviluppi delle indagini che sono in corso dalle prime ore di questa mattina.

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here

Scrivi il codice * Time limit is exhausted. Please reload the CAPTCHA.