Oggi il presidente della Regione Puglia, Michele Emiliano, è stato presente per un controllo alla ex discarica, che si trova I.A.O. S.r.l. in contrada Giardinetto.

L’ex stabilimento di mattoni

Nella superficie, si trova l’ex stabilimento di mattoni molto più grande di quella ex Fibronit di Bari, qui vi sono seppelliti rifiuti di ogni specie.

“La Puglia – ha afferma Emiliano, che oggi stava in compagnia del sindaco Leonardo Cavalieri – aveva trentaquattro procedure di infrazione europee per siti inquinati quando io sono diventato presidente ed adesso sono solo tre. Qualche significato questo ce l’avrà: significa che abbiamo fatto un lavoro pazzesco a tutela dell’ambiente.

La Regione Puglia e il Comune di Troia oggi collaborano

Oggi, sembra che, Regione Puglia e il Comune di Troia, stiano lavorando insieme con grande energia, sebbene la grandezza del problema, prima per porre in sicurezza il sito, ma su questo problema già stanno attuando le opportune modifiche, e poi per cominciare le manovre di definizione e in seguito di risanamento.

Il Sindaco non è solo

Il Sindaco che ha questo grande problema, non è solo, per questo la Regione Puglia lo sopporta, non solo dal lato economico, ma anche dal punto di vista logistico, poiché non è facilissimo agire dopo un catastrofe di queste dimensioni.

Troia fa parte del passato della Puglia, ma per un problema economico non aveva forza di fare queste operazioni da sola.

Il sindaco di Troia Leonardo Cavalieri

Nei mesi passati, il sindaco di Troia Leonardo Cavalieri aveva già presentato alla Regione Puglia una richiesta di prestito relativa al progetto ed alla esecuzione degli interventi di messa in sicurezza del sito, ed a valere sulle risorse del POR Puglia FESR 2014-2020 dell’Asse VI “Tutela dell’ambiente e promozione delle risorse naturali e culturali” – Azione 6.2 – operazioni per la bonifica delle aree sporche, per ottenere a togliere, entro periodi brevi, tutti i rifiuti sorgente primaria dell’ inquinamento.

Dopo l’istanza del finanziamento, aveva fatto proseguimento alla riunione di servizi che si era avuta a Bari, lo scorso 12 settembre, durante la quale era stato accettato, con opinione positiva sia da parte della Regione Puglia che da parte di ARPA, il piano di definizione.

 

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here

Scrivi il codice * Time limit is exhausted. Please reload the CAPTCHA.