Ritorna alla Home

Orta Nova

Era il maggiore dei Cinque reali siti, oggi è, dopo Cerignola, il centro più importante del basso tavoliere. Nonostante nasca come borgata agricola nel 1600, si parla già di Orta Nova in un documento del 1184, città come casale alle dipendenza dal’abbazia di Venosa. Federico II vi fece costruire un castello di caccia per dedicarsi all’arte venatoria dei boschi che dall’abitato si estendevano fino all’attuale Parco Naturale regionale Bosco Incoronata. Proprio sulle rovine del castello i Gesuiti costruirono nell’600 il loro convento, intorno al quale si moltiplicarono i nuclei abitativi, dando forte impulso allo sviluppo della cittadina. Il convento, che un tempo aveva l’aspetto di una masseria fortificata con torretta di avvistamento, oggi si presenta come un sobrio edificio con un campanile a vela, del quale faceva parte anche la chiesa di S: Maria delle Grazie, demolita nel 1951 e sostituita con l’attuale Chiesa madre. Del ’600 è anche la chiesa del Purgatorio, rimaneggiata nel ’900. L’ economia di Orta Nova si basa sopratutto sulla produzione di cereali, vino e pomodori, cui è dedicato ogni anno a dicembre la fiera dei Cinque reali siti, un modo per valorizzare tutta l’area e le sue eccellenze agroalimentari.

Orta_Nova-Stemma

Informazioni Utili

Regione Puglia
Provincia di Foggia (FG)
Zona Italia Meridionale
Popolazione Residente 17.862 (M 8.883, F 8.979)
Densità per Kmq 172,0
Superficie 103,83 Kmq
CAP 71045
Prefisso telefonico 0885
Codice Istat 071036
Codice Catastale G131
Denominazione abitanti Ortesi
Santo Patrono Sant’Antonio

Eventi

Festa Patronale 13 Giugno

Foto

COMUNE-orta-nova
orta_nova
madonna-delladdolorata-ortanova
panorama-ortanova

Mappa

Scrivi commento

0 Comments

Nessun commentro trovato

Commenta per primo.

Aggiungi commento

I vostri dati non verranno condivisi L'indirizzo email non verrà pubblicato. Anche altri dati non saranno condivisi con terzi .
Tutti i campi sono obbligatori.

Scrivi il codice * Time limit is exhausted. Please reload the CAPTCHA.