Foggia: ACCESSO PROGRAMMATO UNIFG

by spaziofoggiaadmin | 6 luglio 2017 15:10

Con il DM 477 del 28/06/2017, il MIUR ha fissato le date, le modalità di svolgimento e i posti disponibili dei test per i corsi di laurea ad accesso programmato di ambito medico.
Di questa tipologia di corsi, quelli presenti a Foggia nel Polo Biomedico sono: medicina e chirurgia, odontoiatria, infermieristica, fisioterapia, tecniche di laboratorio, tecniche di radiologia e dietistica.
I posti disponibili per quest’anno, in tutto il polo, risultano essere 455, a fronte dei 451 dell’anno passato.
Ma ad essere rilevante nel calcolo non sono 4 posti in più sul totale, bensì le variazioni di alcuni specifici corsi di laurea.
Infatti, ad esempio, Infermieristica vede diminuire di 5 posti la disponibilità totale rispetto allo scorso anno, Dietistica di 7 e Fisioterapia di 6.
Invece Medicina e chirurgia, benché veda rispetto allo scorso anno un aumento di posti disponibili da 70 a 75, si trova comunque in flessione rispetto all’AA 2015/2016, in cui i posti erano 80, numeri comunque irrisori rispetto al totale degli studenti che ogni anno si prenotano al test, circa 7000 solo per l’AA 2016/2017.
“Come ribadiamo da sempre” – dichiara Michele Cera di Link Foggia – “il modello di Università ad accesso programmato non funziona, è restrittivo e lesivo del diritto allo studio e scoraggia tanti giovani dal continuare il proprio percorso formativo”, dichiarazioni che trovano conferma nell’incremento di quest’anno sul numero delle immatricolazioni presso l’Università degli Studi di Foggia pari al 40% in più rispetto allo scorso anno, un dato in crescita principalmente grazie all’exploit di Scienze investigative, Scienze dell’educazione e della formazione e Lettere e beni culturali ed economia e marketing management, tutti corsi di laurea ad accesso non programmato.
“I dati di Foggia sono la prova che solo un’Università realmente libera ed accessibile attira un elevato numero di studenti, garantendo una crescita culturale e sociale al proprio territorio rispettando così gli obiettivi della terza missione, fondamentali per una città come Foggia che oggi più che mai ha bisogno di un’Università che torni a dare la centralità che merita alla conoscenza da un punto di vista economico, sociale e politico” dichiara Giada Galasso.
A livello nazionale come Link – Coordinamento Universitario, da anni urliamo a gran voce che la necessità di un accesso totalmente libero ai corsi di laurea, da un punto di vista sia economico che di disponibilità dei posti, sia l’unico modo per includere quelle fasce meno agevolate in un mondo, quello universitario, sempre più distante dai concreti problemi del territorio in cui vive.
Ci opporremo come ci siamo sempre opposti a chi crede di poter governare tagliando sulla cultura e rendendo sempre più inaccessibile il mondo dell’istruzione, in un Paese in cui povertà, disuguaglianza e disoccupazione crescono in misura esponenziale anno dopo anno.


Source URL: http://www.spaziofoggia.it/foggia-accesso-programmato-unifg/